Montaggio Video

Montaggio video e presentazione foto: servizi e guide

Riprese perfette
 
In valigia:
  - La videocamera
  - Cassettine miniDv
  - MiniDv puliscitestine
  - Cavi, caricabatterie
  - La fotocamera
Tecniche di ripresa:
 - Durata degli stacchi
 - Le "zoommate"
 - Zoom ottico
 - Zoom digitale
 - La macro
Audio:
 - Le voci
 - Il vento
 - La musica
Occhio a:
 - LP-SP
 - Effetti speciali
Musica per i
tuoi video
Programmi per
montaggio video
Le altre guide

RIPRESE PERFETTE CON LA VIDEOCAMERA


 IN VALIGIA Un utile elenco di cose che un buon "video-viaggiatore" non deve dimenticare di portare con sè per fare delle buone riprese.
La videocamera... ... scontato? Capita a tutti di dimenticare qualcosa a casa...se vuoi cambiare la tua videocamera consulta la nostra Guida alla scelta della videocamera.
Le cassettine Meglio averne un po' di scorta.
Minidv pulisci testine! Purtroppo può capitare che sul più bello la videocamera ci dia un messaggio di avvertimento: "pulire testine", si potrebbe pensare di farlo in un secondo tempo, ma è da tenere presente che alcune videocamere non registrano affatto se hanno le testine sporche! E addio ripresa!
Esistono a tale scopo delle cassette miniDv "pulisci testine". Siccome è difficile trovarle nei comuni supermercati o anche nei grossi magazzini di prodotti multimediali, vi consiglio vivamente di cercarle con un certo anticipo. Alcuni negozi di sviluppo fotografico ben forniti potrebbero averle. Oppure consultate il sito di Kelkoo.
Cavi e caricabetterie I cavi, potrebbe essere utile portare anche il cavo che di solito è in dotazione e che serve a collegare la videocamera alla tv. È piacevole dopo una giornata di riprese, poterle riguardare in tele, anche se ancora in versione integrale. Può servire a migliorarsi, rivedendo il filmato si può scoprire di commettere alcuni errori...e poi... via...è bello riviversi a caldo quei momenti. Per quanto riguarda la batteria sarebbe utile caricarla prima di partire, ma è da tenere conto che se si va in posti molto caldi o molto freddi, si potrebbe scoprire di trovarla scarica all'arrivo. Ovvio che averne due è il top della previdenza...
La fotocamera
Se si possiede anche una fotocamera è utile portarsela. Al momento del montaggio del filmato poter aggiungere delle foto serve a dare ancora più risalto al film stesso. I fermo immagine che si possono creare con il montaggio, non sono mai emozionanti come uno "scatto" e perdono anche un po' di qualità. E poi perchè non avere anche una slideshow a corredo del film?
Consulta anche la nostra Guida alla scelta della fotocamera.
 TECNICHE
 DI RIPRESA
Spesso ci si accorge che qualcosa non va, che c'è qualcosa che "disturba", che il filmato non ha quelle caratteristiche che siamo ormai abituati a percepire dai film alla tv...perchè? Cose da fare e da NON fare.
Durata degli stacchi Per stacco si intende l'esecuzione dello stop alla registrazione. L'errore in cui si cade potrebbe essere di farli troppo corti.
Nel primo caso si rischia di non dare tempo alla videocamera di calibrare l'immagine al meglio come luci e di riprendere un particolare troppo velocemente e questo potrebbe penalizzare poi in fase di montaggio una parte della ripresa in cui le immagini si prestano ad effetti particolari. Il filmato in questo caso darebbe l'impresssione di essere fatto frettolosamente.
Per regolarsi ci si deve sforzare di far durare lo stacco come farebbe l'occhio umano senza una videocamera di mezzo. Il suggerimento è di tendere a tenerle abbastanza lente e lunghe, in fase di montaggio (Vedi "I tagli" nella Guida al video editing). potranno essere accorciate e nulla si sarà perduto. Mentre si riprende per esempio un panorama, non bisogna preoccuparsi di fare una registrazione troppo lunga, e la videocamera va orientata fluidamente seguendo la linea orizzontale con il tempo necessario all'occhio umano per poterne cogliere i particolari. Bisognerebbe riuscire a tenere il busto rigido e immaginare di avere in mano una telecamera come quelle che vediamo usate nei programmi televisivi. La manegevolezza delle videocamere amatoriali ha proprio lo svantaggio di essere così "maneggevole" che risente dei movimenti troppo veloci.
Le "zoommate" Questo è un tasto davvero dolente. Intanto...cos'è lo zoom? Per valutare la capacità di uno zoom si considera il numero di volte che è in grado di ingrandire un'immagine. Ad esempio 2x (si legge "due per") significa che il soggetto viene ingrandito 2 volte, 4x4 volte e così via. Naturalmente più è elevato il suo valore massimo, più lo zoom è potente. 
In quasi tutti le moderne videocamere sono montati due sistemi di zoom concettualmente simili ma dal diverso funzionamento: lo zoom ottico e lo zoom digitale.
Lo zoom ottico E' un componente dell'obiettivo con caratteristiche ottiche/meccaniche; è infatti formato da una serie di lenti. Si ricordi che, essendo quello descritto un processo ottico, l'immagine ingrandita non sarà affetta da distorsioni o peggioramenti qualitativi ma risulterà dettagliata quanto l'originale. Tale garanzia di qualità ha un costo; gli zoom ottici sono dispositivi molto precisi e quindi altrettanto costosi. Per questo la potenza di zoom media sul mercato non supera i 10x ottici.
Lo zoom digitale E' la versione "virtuale" dello zoom ottico. Lo zoom digitale è un software che crea un ingrandimento dell'inquadratura lavorando sulle informazioni catturate. In particolare, considera una porzione dell’immagine catturata dall’obbiettivo e la elabora per poterla ingrandire di più "inventandosi" dei pixel (i punti che costituscono l'immagine) simili. Si deduce facilmente che l'immagine così ingrandita non sarà qualitativamente apprezzabile anche agli occhi di un non addetto ai lavori.
Detto ciò è facile concludere che va usato con parsimonia. Fermarsi prima che subentri lo zoom digitale, zoommare lentamente e fermarsi qualche secondo sul particolare ingrandito... il più delle volte in fase di montaggio non viene conservata l'intera zoommata ma ne si conserva parte della partenza per arrivare quasi subito all'oggetto ingrandito. Guardare con attenzione all'uso dello zoom nei film in telev isione può essere utile per capirne l'utilizzo. L'occhio umano non ha lo zoom e quindi risulta un effetto innaturale... nel cinema non ne si fa uso.
La "macro" La ripresa dell'insetto sul fiore: in tal caso alcune videocamere moderne hanno uno zoom dotato di una apposita funzione nei menù: la "macro", così come nelle fotocamere.
 L'AUDIO

Per emozionarsi veramente una parte fondamentale ce l'ha l'audio: solo musica o musica e audio originale. Ecco alcuni consigli per non sottovalutare l'audio originale anche in fase di rispresa.


Le "voci" Se si sta riprendendo una situazione in cui protagoniste sono le persone, durante un compleanno, una cerimonia o momenti di una vacanza, sicuramente sarà bello poter riascoltare a distanza di tempo le voci di quel momento e i commenti o la risata dei bambini....allora è buona norma che chi sta riprendendo "controlli" la propria voce per non sovrapporla a quella degli altri che essendo più distanti dal microfono incorporato nella videocamera verranno "coperti". Avvisare anche le persone che sono "riprese" potrebbe essere poi utile in modo da evitare quei commenti che andrebbero poi "cancellati" e in fase di montaggio saremo costretti a "tagliare" il sonoro originale! (Vedi "il sonoro" nella Guida al video editing).
Il vento

Spesso durante i viaggi capita di trovarsi in luoghi dove tira forte il vento. Esiste su molte videocamere un'opzione da menù che attiva un filtro che riduce il disturbo del vento. Durante il montaggio è altrimenti difficile ridurre questo disturbo se non abbassando il volume di tutta la pista sonora. 


La musica In fase di montaggio è possibile e piacevole aggiungere come sfondo una musica sotto al "parlato". (Vedi "il sonoro" nella Guida al video editing).
 OCCHIO A... ...non sottovalutare alcuni aspetti dei formati di registrazione o delle impostazioni della videocamera. Tornare indietro spesso non è possibile.
LP-SP È possibile registrare in una di queste due modalità scegliendo l'opzione dal menù della videocamera. Una cassetta miniDv da 90 min. (modalità SP) arriva a contenere 120 minuti di registrazione. La conseguenza è una lieve perdita di qualità delle immagini. È conveniente fare delle prove preliminari per decidere se la perdita risulta irrilevante.
Effetti speciali delle videocamere Non è consigliabile scegliere di applicare effetti tipo bianco e nero o seppiato o gli altri disponibili dai menù delle videocamere; è meglio scegliere di applicarli in fase di montaggio, sono più belli e fatti meglio. (Vedi "Effetti speciali" nella Guida al video editing).
Google
 
Web montaggio-video.it
Home
www.montaggio-video.it - Copyright©2006 - Sito ideato e realizzato da F. Spelta
E-Mail